Rosa Biagi, il ciclo della muffa e degli stickers